sabato, Maggio 28, 2022
sabato, Maggio 28, 2022

Le meraviglie naturali della Toscana

distance from your position km , mi
directions
Se la Toscana ha un patrimonio storico culturale senza eguali, è anche una destinazione ideale per apprezzare le bellezze naturalistiche. Il suo paesaggio di colline, montagne e pianure offre innumerevoli occasioni per attività all’aria aperta o semplicemente per una gita fuori porta.

Firenze è circondata da colline, dolci valli, lussuriosi vigneti. Salirvi è facile sia a piedi (se siete appassionati di trekking per voi sarà una passeggiata) sia con i numerosi bus che partono dal centro città. La collina di Fiesole è stata negli anni fonte di ispirazione per artisti, figure spirituali, famiglie nobili, scrittori e imprenditori. Da questo osservatorio privilegiato, punteggiato di ville, musei, scavi archeologici chiese e conventi, si gode di una bellissima vista di Firenze e della campagna fiorentina. Se amate i panorami un altro luogo imperdibile è il piccolo borgo di Settignano, anch’esso facilmente raggiungibile dal centro città, che in passato fu scelto come dimora dal pittore Telemaco Signorini, dal poeta Gabriele D’Annunzio e dallo scrittore Mark Twain, tutti affascinati dai suoi dolci colli e dalla sua atmosfera tranquilla.

La celeberrima zona del Chianti, famosa per i vigneti, le valli verdeggianti, i filari di cipressi, gli ulivi, i borghi e le abbazie costruiti in cima alle colline, è a circa mezz’ora d’auto dal centro di Firenze. Se avete la fortuna di recarvici tra settembre e novembre potrete assistere a due eventi fondamentali per l’economia e la cultura del territorio: la vendemmia e la raccolta delle olive. Riuscite a pensare a qualche cosa di più romantico che godersi un pic nic in una tiepida giornata di fine estate, sorseggiando vino nuovo e specialità del luogo, circondati da ulivi e cipressi, nella surreale quiete delle colline del Chianti?

Lasciamo questo scenario idilliaco per spostarci verso un territorio molto più crudo e selvaggio, quello delle crete senesi. Situate nella zona a sud-est di Siena, le crete sono poggi di argilla, risultato della continua erosione dei sedimenti del mare che milioni di anni fa ricopriva la zona. Queste colline brulle e dolcemente ondulate, dal caratteristico colore grigio-azzurro e dall’aspetto quasi lunare, sono punteggiate da cipressi e poderi e racchiudono ancora l’essenza della Toscana più autentica, lontana dalle rotte turistiche, ricca di tracce e reperti di civiltà antiche, di caratteristici borghi medievali e festival culinari (tra cui spicca quello del tartufo bianco, tipico della zona).

Sempre nella provincia di Siena, imperdibile è la suggestiva Val d’Orcia, un’area naturale protetta nel sud della Toscana e caratterizzata da un panorama paesaggistico unico: dolci colline ricoperte da distese di grano, uliveti, vigneti, cipressi, faggeti e castagneti e punteggiate da case rurali, castelli o piccoli centri abitati di origine medievale come San Quirico, Pienza e Castiglione. Famosi in tutto il mondo i suoi prodotti enogastronomici, dal Brunello di Montalcino ai salumi, dall’olio extravergine d’oliva ai tartufi. L’area è anche un punto di transito per gli itinerari di pellegrinaggio dell’antica Via Francigena.

Tra la Toscana e il Lazio si estende il vasto territorio della Maremma che si affaccia sul Mar Tirreno. Un paradiso naturale variegato che comprende lunghe spiagge di sabbia finissima, rigogliose pinete, verdi colline coltivate, zone termali e monti ricoperti da fitti boschi. Un ambiente ideale per passeggiate a cavallo o itinerari di trekking e un territorio vocato alla produzione di vini eccellenti.

Infine, le sette isole maggiori dell’Arcipelago Toscano (la più grande è l’Isola d’Elba) e le sei minori rappresentano un prezioso patrimonio naturalistico per la loro posizione geografica. Diverse tra loro per paesaggio e clima e morfologia, sono meta di vacanze estive e vero e proprio rifugio nella natura per chi cerca momenti di relax.

Continua a sognare