sabato, Maggio 28, 2022
sabato, Maggio 28, 2022

Viaggiare in treno in Italia

Grazie all’estensione geografica ridotta rispetto alle altre nazioni europee, e a un capillare collegamento ferroviario, l’Italia può essere attraversata da nord a sud e da ovest a est in treno. I collegamenti ferroviari, infatti, riducono la distanza da una grande città all’altra e offrono una buona soluzione a chi non vuole guidare. Inoltre, viaggiando in treno, si ha la possibilità di ammirare il meraviglioso paesaggio che l’Italia ha da offrire, con tutte le sue varianti di colori e forme, e di scattare foto da una posizione privilegiata. Alcune linee ferroviarie, infatti, si trovano in punti di una bellezza unica.

Perché  viaggiare in treno
Viaggiare in treno aiuta a risparmiare il costo dei pedaggi autostradali, il carburante, il parcheggio, il noleggio auto, ecc. e in alcuni casi offre anche servizi aggiuntivi che permettono al viaggiatore di rilassarsi o lavorare a bordo. Tra questi, la connessione wi-fi, cibo e bevande, aria condizionata per le giornate estive più calde e riscaldamento in autunno e in inverno.
Va comunque tenuto presente che, mentre l’aria condizionata e il riscaldamento sono forniti su tutti i tipi di treni, i servizi aggiuntivi sono disponibili solo sui treni ad alta velocità come Frecciarossa, Frecciabianca, Frecciargento e Italo.

Non tutti i treni offrono lo stesso servizio: alcuni sono molto più efficienti – e quindi più consigliati – di altri. Ma secondo quali parametri? Innanzitutto la velocità, la puntualità, l’affidabilità, i servizi aggiuntivi e, naturalmente, il rapporto qualità-prezzo. Il consiglio è di optare per treni ad alta velocità che combinino tutti questi fattori per tariffe convenienti, soprattutto se prenotati in anticipo. I treni ad alta velocità in Italia sono forniti da due compagnie: Trenitalia, con i treni delle Frecce, e Italo. Il rischio di ritardi e soppressioni dei treni è minore su quelli ad alta velocità, naturalmente, che non su quelli regionali a tratta più breve.

Trenitalia – Ferrovie dello Stato Italiane
I treni Frecciarossa viaggiano solo in corsia ad alta velocità, con una velocità massima di 300 km/h. Questi treni si fermano solo nelle principali città e non nelle stazioni intermedie. Le reti del Frecciarossa si estendono da nord a sud e da ovest a est, rendendo le distanze più brevi e collegando tutte le più importanti città per la cultura, il turismo e il business in Italia.
I treni Frecciargento utilizzano sia l’alta velocità che le linee ferroviarie tradizionali e viaggiano fino a 250 km/h. Con oltre 48 treni al giorno, i treni collegano Roma alle principali città italiane. Tra queste vi sono: Verona, Venezia, Bolzano, Reggio Calabria, Mantova, Genova e Bari. Tutti i servizi aggiuntivi sono inclusi.
I treni Frecciabianca viaggiano sulle linee ferroviarie tradizionali – non ad alta velocità – dalle 5 del mattino alle 21, con oltre 42 treni al giorno e garantiscono ai viaggiatori comfort e qualità del servizio. Collegano città di medie e grandi dimensioni, tra cui Milano, Roma, Torino, Venezia, Firenze, Genova, Pescara, Lecce, Ravenna, Reggio Calabria, Taranto e Bari.

Italo – Treni ad Alta Velocità
Società privata, unico concorrente di Trenitalia nel Paese. La sua flotta comprende treni nuovi, veloci ed eleganti che collegano alcune delle principali stazioni in Italia tra cui Firenze, Roma, Napoli e Milano, oltre ad alcune fermate intermedie minori.

Trasporto ferroviario regionale
Esistono altre società ferroviarie minori, come Trenord per esempio, che opera nel Nord Italia e collega le città più piccole della Lombardia con Milano e l’hinterland, raggiungendo anche il distretto dei laghi. Anche Trenitalia offre una vasta gamma di treni regionali che collegano diverse destinazioni in Italia; i treni, però, sono più obsoleti e affollati (può capitare che i viaggiatori non avendo un posto prenotato debbano viaggiare in piedi) e non offrono servizi aggiuntivi (wi-fi e ristorazione). Inoltre, sono più a rischio di ritardi. I treni regionali hanno il vantaggio di permettere ai viaggiatori di raggiungere le destinazioni minori data la rete capillare. Il Malpensa Express di Trenord è l’unico treno in Italia che collega un capoluogo a un aeroporto: da Milano, infatti, è possibile raggiungere direttamente l’Aeroporto Milano Malpensa, senza dover utilizzare servizi complementari di taxi o autobus.

Scioperi, ritardi, soppressione di treni e altri problemi
Sebbene questi problemi siano più comunemente associati ai treni regionali, può accadere che anche i treni più efficienti siano soggetti a scioperi o abbiano ritardi e cancellazioni. Un rimborso del biglietto è consentito solo se il ritardo supera i 30 minuti e può essere utilizzato anche entro 12 mesi per l’acquisto di un altro biglietto ferroviario. Tutte le informazioni sugli orari e le modalità del rimborso sono disponibili online sui siti istituzionali di Trenitalia e Italo.

Continua a sognare

Guida al sistema Tax Free Refund

Gli sgravi/rimborsi fiscali sono sicuramente un vantaggio per i visitatori internazionali: consentono infatti di risparmiare da un minimo del 4% fino ad un massimo...

Patrimoni dell’umanità in Italia: i patrimoni immateriali

Oltre ai preziosi luoghi fisici riconosciuti come Patrimonio Mondiale dell’Umanità, l'Italia comprende anche 14 beni iscritti nella lista del patrimonio immateriale dell'umanità UNESCO (Organizzazione...