giovedì, Agosto 18, 2022
giovedì, Agosto 18, 2022

A spasso nel quartiere di San Frediano in Oltrarno

distance from your position km , mi
directions
Il quartiere di San Frediano si estende grosso modo da Porta San Frediano fino al Ponte alla Carraia. Qui, negli ultimi vent’anni si è realizzato uno dei più rapidi processi di gentrificazione di Firenze.

Le vecchie botteghe degli artigiani si sono trasformate in atelier, i palazzi popolari sono diventati boutique hotel e i vecchi laboratori d’arte ormai ospitano eventi di richiamo internazionale.

Una volta considerato tra i rioni più malfamati della città, oggi San Frediano è diventato di tendenza, anche grazie alla famosa guida Lonely Planet, che lo ha definito “il quartiere più cool del mondo”. In particolare, la strada di Borgo San Frediano è stata incoronata sia per le sue tradizionali botteghe artigiane, che per i tanti locali disseminati tra le sue viuzze, ma non mancano le chiese e i monumenti storici.
In Piazza del Cestello, dalla quale si gode una magnifica vista dei palazzi signorili sulla riva destra dell’Arno, si trova la chiesa di San Frediano in Cestello, dalla nuda facciata incompiuta in pietra e laterizio, edificata alla fine del Seicento. Poco lontano c’è Piazza del Carmine, con la Cappella Brancacci, all’interno dell’omonima chiesa, che custodisce ha un meraviglioso ciclo di affreschi realizzati da Masaccio, Filippino Lippi e Masolino da Panicale.

Intorno alla caratteristica piazza de’ Nerli, le vie dei Cardatori e dei Tessitori rimandano agli antichi mestieri degli abitanti del quartiere.
In via dell’Orto e in via di Camaldoli era fiorente fino agli anni Settanta la lavorazione della trippa, uno dei piatti tradizionali toscani. E proprio in piazza de Nerli si trova una istituzione fiorentina: il chiosco del Trippaio di San Frediano, dove assaggiare la tradizionale trippa alla fiorentina o un panino con il lampredotto. Restando in tema di cibi tipici, non distante da qui, se volete deliziarvi con la vera bistecca alla Fiorentina, fate tappa all’Antico Ristoro di Cambi. Qui si possono gustare anche pappa al pomodoro, ribollita, tagliatelle al ragù di cinghiale. Se non volete rinunciare a un bicchiere di Chianti accompagnato da salumi toscani e schiacciata, Il Vinaino di San Frediano è perfetto per voi. Anche in questo quartiere, ovviamente, non manca una (validissima) opzione per gli amanti della pizza, che possono soddisfare tutte le loro voglie da Berberè, dove il piatto nazionale è preparato solo con ingredienti di qualità provenienti da piccoli produttori, anche con impasti senza lievito.
Per il dopocena, a San Frediano non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Se amate i cocktail d’autore fermatevi da Mad-Souls&Spirits, se invece siete fan del sakè, non potete non entrare da Kawaii, il primo sake bar d’Italia con una carta dei distillati che farà felici i fan del Giappone. Dopo cena preferite un gelato? Assaggiate lacrema buontalenti” (a base di crema, panna e fiordilatte) alla Sorbettiera di Antonio Ciabattoni. Per un aperitivo, un dopocena in musica o un break pomeridiano, fermatevi a La Cité Libreria Cafè, un piccolo spazio culturale polivalente che mixa libri, cocktails ed eventi musicali live.

Continua a sognare